Ristrutturare gli impianti domestici per un risparmio in termini energetici

ristrutturare gli impianti domesticiRistrutturare la casa, significa spesso mettere mano all’impiantistica presente nell’abitazione.

Nel caso dell’impianto idrico, le scelta più ‘intelligente’, vede votarsi alla preferenza di tubature realizzate in materiali moderni, ideali per evitare sprechi e perfetti per veicolare l’acqua nel modo più corretto.

Ad essi si affiancano dispositivi efficienti, quali una rubinetteria mirata ad evitare gli sprechi idrici e, qualora sia possibile, l’ideazione di punti esterni di raccolta dell’acqua. Per quanto riguarda l’impianto del riscaldamento, la sua efficienza si basa sulla sinergia di alcuni fattori.

Tra essi spicca la scelta di impianti alternativi ai radiatori e la presenza, qualora fosse possibile, di diverse tipologie di riscaldamento, dalla legna al riscaldamento a terra o a battiscopa.

Tutto ciò chiede di completarsi con la presenza di un ottimo sistema di isolamento, il quale chiede di essere realizzato attraverso un’accorta scelta dei serramenti.

Questi piccoli ma importanti accorgimenti non solo aumentano sensibilmente il comfort e lo stile di vita domestico, ma al contempo si presentano come sicure fonti di risparmio in termini di spesa energetica.

Per l’illuminazione usare solo lampade a risparmio energetico è oramai divenuto un obbligo, dopo il definitivo ritiro dal commercio delle vecchie lampadine ad incandescenza, la progettazione interni tiene conto anche di questi importanti particolari.

Occorre però tenere presente al momento dell’acquisto l’effettivo uso che se ne deve fare e posizionare quelle a cui occorre maggior tempo per raggiungere il grado di illuminazione in ambienti in cui solitamente vengono tenute accese più a lungo, come ad esempio la cucina.

Anche gli elettrodomestici hanno una loro voce importante sui consumi. Oramai tutte le case produttrici si stanno muovendo nella realizzazione di elettrodomestici di classe energetica A o superiore e, anche se il loro prezzo d’acquisto è leggermente maggiore, il minor consumo energetico riuscirà a compensare ben presto quanto speso in più.

Porre molta attenzione anche alla collocazione degli elettrodomestici all’interno della casa: evitare di inserire il frigorifero vicino a fonti di calore come fornelli, piani cottura o forni e prediligere invece una sua collocazione nel punto più fresco della cucina.

Per quanto riguarda la lavatrice, oltre a sceglierne una di classe energetica A o superiore sarebbe importante valutare l’opportunità di sceglierne una che prevede un programma di inizio lavaggio programmabile, in modo da azionarla nella notte, ovvero nel momento con la fascia di consumo energia più bassa.

Questi sono solo alcuni consigli da tenere presenti se ci accingiamo a ristrutturare casa.

 

Lascia un commento